Il podere

Federigo Tozzi

Psicologico

 

 

"Il podere" descrive un mondo di ansia, angoscia e paura determinato dall'impatto con la realtà che è minacciosa, incombente, aggressiva. Un mondo fatto di traumi, ferite sempre aperte, lesioni profonde.
    Il protagonista è Remigio. Alla morte del padre riceve in eredità un podere, che gli viene conteso sia dalla matrigna che dalla vecchia amante del padre. E' essenzialmente la storia di un inetto che subisce la crudeltà umana: Remigio infatti non riesce ad essere un buon padrone, non sa comandare e farsi rispettare dai suoi sottoposti. Remigio non sa amministrare, quindi agli occhi di tutti è un pericolo sociale e come tale deve essere allontanato il più presto possibile.
    
    Federigo Tozzi è considerato uno dei più importanti narratori italiani del Novecento. Lasciò le sue opere per lo più inedite. Nato a Siena nel 1882 e morto a Roma nel 1920. lo scrittore fu riscoperto dal grande pubblico molto tardi, dal 1962 al 2000 da scrittori e critici come Carlo Cassola, Giuseppe de Robertis, Enrico Falqui, Carlo Bo, Alberto Asor Rosa ed altri. Questa recente critica ha capovolto la visione di un Tozzi realista proponendolo come scrittore di stampo profondamente psicologico e vicino al simbolismo, paragonandolo a livello europeo alla prosa di Kafka e Dostoevskij.

 

Leggi un estratto dell'ebook.

 


 

Editore: Scrivere edizioni

 

ISBN: 9788866612025

 

Prezzo: € 0,99

 

Protezione: Nessuna

 

"Il podere" è in vendita:

Amazon / Kindle
Apple iBookstore / iPad
Barnes&Noble / Nook
Cubolibri
eBookizzati
Google Play
KoboBooks
La Feltrinelli
Libreria Universitaria
Mondadori / Kobo
SanpaoloStore
UltimaBooks
Webster


 

Questo ebook "Il podere" sui tablet: