Il cappello del prete

Emilio De Marchi

Crimine, Psicologico

 

 

Con "Il cappello del prete" lo scrittore milanese Emilio De Marchi inventò il romanzo noir, un nuovo genere letterario almeno per l'esperienza italiana.
    Nel romanzo, ambientato a Napoli, è appunto un cappello a essere l'unica traccia che conduce a svelare l'uccisione di un prete affarista da parte di un nobile spiantato. Il cappellaio si accontenta di un terno come pagamento di un cappello da prete. I numeri escono, ma nel frattempo il prete è stato ucciso.
    
    Emilio De Marchi, di famiglia di modeste condizioni e orfano di padre, frequentò il mondo letterario milanese dominato in quel momento dalla Scapigliatura. Ebbe un ruolo attivo anche in istituzioni caritative. La morale dei suoi romanzi (secondo l'uso del tempo pubblicati a puntate su periodici e quotidiani) è quella borghese del Manzoni, dove rassegnazione e onestà pagano più di sovversione e violenza, il contrasto doloroso tra ricchi e poveri non autorizza i contrasti di classe.

 

Leggi un estratto dell'ebook.

 


 

Editore: Scrivere edizioni

 

ISBN: 9788866611080

 

Prezzo: € 0,99

 

Protezione: Nessuna

 

"Il cappello del prete" è in vendita:

Amazon / Kindle
Apple iBookstore / iPad
Barnes&Noble / Nook
Cubolibri
eBookizzati
Google Play
KoboBooks
La Feltrinelli
Libreria Universitaria
Mondadori / Kobo
SanpaoloStore
UltimaBooks
Webster


 

Questo ebook "Il cappello del prete" sui tablet: